Posted in: Legge 107/05, Opinioni, Tutti gli articoli

500 €: il prolungato silenzio del Miur nasconde un sospetto

24422

Il Miur ha fatto calare il silenzio sulla rendicontazione dei 500 €.
Un silenzio inspiegabile, che in molti casi ha lasciato nel dubbio molti docenti, soprattutto sulla documentazione che difficilmente può essere nominativa ( biglietto cinema, teatro, rappresentazioni culturali…).
Altro silenzio, ma forse qui entriamo troppo nel tecnico, per quei docenti che hanno sostituito parti essenziali e quindi non parziali ( necessari )  del proprio pc come processori, hard disk interni.
Quale la conclusione di questa operazione, dove ancora una volta gli insegnanti sono stati lasciati soli?
A settembre, probabilmente il Miur, uscendo dal “letargo” chiederà ai docenti la rendicontazione sugli acquisti. In questo caso porrà non pochi problemi agli uffici amministrativi e anche ai revisori dei conti che si vedranno arrivare questo  “tsunami ” di carta, sul quale dovranno in tempi brevissimi validare o meno per dare modo al Miur di predisporre il nuovo bonus con le eventuali decurtazioni entro ottobre. La sequenza la vedo poco praticabile. Sospetto: forse questo silenzio è finalizzato all’interruzione del nuovo  bonus, giustificato dalla indisponibilità delle dichiarazioni dei revisori dei conti? Staremo a vedere.
La soluzione più praticabile era quella di autorizzare la consegna a gennaio, ponendo i revisori in una condizione distesa di controllo. Non credo che le “menti pensanti” del Miur non abbiano pensato a questa soluzione a meno che come ho scritto sopra…

 

Articolo Tecnicadellascuola