Amazon Alexa, il nuovo genitore elettronico

Amazon Alexa e l'assenza dei genitori

Amazon Alexa come “raccontastorie”. L’ultimo esempio dell’assenza dei genitori

Amazon Alexa è il nuovo genitore elettronico.  Racconta storie, favole. L’ultimo esempio della  deriva pedagogica dei genitori. Tanti gli esempi, accomunati da un loro progressivo arretramento .

Amazon Alexa, il nuovo “raccontastorie”

Amazon Alexa è un dispositivo domestico tuttofare (quasi). Tramite specifici comandi vocali consente di effettuare diverse azioni come ascoltare musicaottenere  informazioni e anche ricette di cucina, giocare, comunicare, controllare i dispositivi domotici presenti nella propria abitazione.
Fin qui nulla  da obiettare! Sono i vantaggi della tecnologia! I “ma” nascono con l’uso distorto.  “Secondo un sondaggio del Charity Book trust che ha intervistato 1000 genitori di figli con meno di 10 anni, soltanto il 28% ha ancora questa usanza.
Il 26% lascia che siano strumenti come Amazon Alexa a leggere favole, e più della metà usa apparecchiature elettroniche. Se l’83% dichiara di continuare a leggere su cartaceo, resta comunque allarmante il fatto che i molti genitori vengano sostituiti dalla tecnologia.”

La deriva educativa dei genitori

Se la tendenza dovesse essere confermata, coinvolgendo una platea più ampia di genitori, allora saremmo di fronte a un ulteriore esempio di deriva pedagogica.
La differenza, rispetto al passato risiede nell’assenza. Questi genitori preferiscono una voce metallica a quella umana che supportata da inflessioni, veicola (da sempre) emozioni, sentimenti, sogni…!
Senza la parola umana l’educazione è senza prospettive, quindi insignificante. Nulla di nuovo! La gabbia dorata dell’eterno presente, non prevede l’ospite inquietante dell’educazione che invece guarda al futuro. Da qui la desertificazione dei sentimenti, favorita anche dall”uso esasperato dei dispositivi, dove la relazione face to face, basata sulla presenza del corpo  è sostituita dalla velocità della comunicazione, supportata a volte da faccine, che non coinvolgono, non trasmettono la prossimità dell’altro, l’entrata discreta dell’amico nella nostra intimità.

Gli esempi della deriva educativa dei genitori

Tornando al dispositivo elettronico Amazon Alexa, il suo uso distorto come “raccontastorie” non meraviglia. Diversi sono gli esempi. Qualche mese fa, scrivevo della scomparsa del bambino e della sua riduzione a ente (M. Heidegger). Scendendo di livello il bambino diventa un pacco postale da depositare nei baby parking dei centri commerciali, un potenziale disturbatore al ristorante da intrattenere  con  il tablet o lo smartphone,
Potrei continuare, ma mi fermo qui. Scriveva Voltaire “L’unica realtà che mi dà il senso dell’infinito è la stupidità dell’uomo”

 

Questa voce è stata pubblicata in Tutti gli articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.