Assunzioni docenti, la correttezza formale del Mef, rimangono però…

Assunzioni docenti

Assunzioni docenti, corretta la decisione del Mef. Spetta alla politica abolire, migliorare le leggi…

Assunzioni docenti, meno rispetto alle richieste del Miur. Decisione corretta del Mef, che applica le disposizioni di legge  che hanno formalizzato le classi pollaio. Solo il Parlamento ha funzioni legislative. Quindi la responsabilità è politica.

Assunzioni docenti, la correttezza formale del Mef

Assunzione docenti, il Mef ne ha autorizzate 53.627. Il Miur ne aveva richieste cinquemila in più. Si legge nel comunicato stampa n°144 del 29.07.2019: ” Al riguardo, il MEF ha più volte evidenziato quanto previsto dal DPR 20 marzo 2009, n. 81 e, in particolare, che le dotazioni organiche complessive e la distribuzione delle stesse tra le regioni sono definite specificamente in base al grado di densità demografica e alla previsione dell’entità e della composizione della popolazione scolastica.”
Decisione quindi formalmente corretta e rientrante tra i suoi doveri di rispettare e applicare la normativa vigente. E qui mi riferisco a quella citata dal comunicato (D.P.R.81/09) che discende dalla legge 133/08. Entrambi i provvedimenti voluti dal duo Gelmini-Tremonti che hanno formalizzato il taglio di 87.000 docenti e l’innalzamento di un punto in percentuale del rapporto numero alunni per classe. Dal suddetto combinato sono nate le classi pollaio.

Il Miur ci ha provato inutilmente, tocca al Parlamento abolire le classi pollaio

Il Miur ha provato a chiedere quasi lo stesso numero di docenti assunto per l’anno scolastico 2017-18 (57.322). Purtroppo il tentativo non ha avuto esito positivo. Si legge nel suddetto comunicato che la richiesta del Miur non considerava  “la marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell’ultimo biennio, connessa con il calo della natalità“.
E’ indubbio che il personale docente in più avrebbe contribuito a ridurre il fenomeno delle classi pollaio. Scontro tra le esigenze pedagogiche e quelle legate alle compatibilità economiche? Sicuramente. Ribadisco, però che il Mef non ha una funzione legislativa.
Solo il Parlamento può abrogare una legge, migliorarla… In altri termini la responsabilità è politica.
A breve sapremo se  la proposta di legge- Azzolina sarà inserita nella prossima legge di bilancio. La maggiore opposizione  alla proposta è di tipo economico.
Per ovviare al rilievo il Presidente della commissione Cultura On. Luigi Gallo ha dichiaratoAbbiamo presentato un progetto di legge per affrontare nel complesso classi pollaio. Sappiamo che ha bisogno di molte risorse e infatti, stiamo lavorando ad una rimodulazione per intervenire sulle problematiche principali, dove il fenomeno si presenta più forte. Intervenire sulle emergenze e con cifre non elevatissime”.
Staremo a vedere se la politica porrà un’attenzione concreta al disagio che esiste in molte classi, dovute al loro sovraffollamento.

Questa voce è stata pubblicata in Classi pollaio, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.