Archivi categoria: Pedagogia

Accoltellamento docente, non è la scuola che ha fallito!

Accoltellamento docente, si è tanto parlato in questi giorni del “fattaccio”. Sto con la collega! Ha vissuto un’esperienza devastante. Quindi totale rispetto! Non condivido, invece, l’affermazione che l’evento è l’effetto di un suo fallimento. Ha fallito e stanno fallendo una … Continua a leggere

Pubblicato in Pedagogia, Tutti gli articoli | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Accoltellamento docente, non è la scuola che ha fallito!

Gli smartphone. Tra il Garante e il Ministro c’è la “Culpa in vigilando”

Gli smartphone in classe. Il Ministro sembra abbia deciso. Questo però pone dei problemi di gestione per gli insegnanti. Essi devono tener conto delle indicazioni del garante della Privacy. Come sempre loro dovranno conciliare le posizioni. E dovranno farlo con … Continua a leggere

Pubblicato in Cyberbullismo, Opinioni, Pedagogia, PNSD, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , | Commenti disabilitati su Gli smartphone. Tra il Garante e il Ministro c’è la “Culpa in vigilando”

Una pedagogia alternativa alla perfezione

Nel Web ho trovato questa interessante riflessione sulla pedagogia della felicità, alternativa a quella della perfezione. Quest’ultima risulta coerente con il “massimo risultato ad ogni costo”  che spesso causa “disastri psicologici e devastanti nei bambini e poi ragazzi. Una pedagogia … Continua a leggere

Pubblicato in Pedagogia, Tutti gli articoli | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Una pedagogia alternativa alla perfezione

“I nostri figli non ci appartengono” ( Gibran)

Spesso mi capita di incontrare genitori apprensivi, che per motivi diversi ritengono i propri figli come una “proprietà privata”, sottraendoli quindi alla vita, alla loro vita, ma che è anche la nostra vita. Questa è fatta   di esperienze positive.e negative. Nella … Continua a leggere

Pubblicato in Opinioni, Pedagogia, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su “I nostri figli non ci appartengono” ( Gibran)