Classi pollaio, le conferme al mio intervento, ma…

Classi pollaio

Classi pollaio, alcune interessanti conferme. Attendiamo la fine di questo “scempio pedagogico”. Le iscrizioni al nuovo anno scolastico sono alle porte!

Classi pollaio, il mio intervento è stato letto e preso in considerazione. Fa piacere, ma ora occorre muoversi. Sono alle porte le iscrizioni per l’anno 2019-20!

Classi pollaio, il mio intervento

Classi pollaio, qualche giorno fa esprimevo il mio disaccordo sull’ampliamento del tempo pieno al Sud. Spiegavo il motivo che il modello attuale di tempo pieno  è diverso da quello proposto dalla legge 820/71. Concludevo, invitando il governo a  “ripristinare le ore di compresenza e nello stesso tempo abolire le classi pollaio. Diversamente la generalizzazione del tempo favorirà solo le famiglie, alle prese molte volte con i problemi relativi all’affidamento dei propri figli. Sicuramente non contribuirà a promuovere una formazione di qualità.”

Classi pollaio, alcune conferme

Bene, il giorno dopo due dichiarazioni confermavano la mia posizione. La prima è di M. Gissi (Csil), la seconda della senatrice del M5S Bianca Granato (M5s). Leggiamole “Ben vengano i 2000 insegnanti in più promessi dal Governo, ce ne sarebbe tanto bisogno già adesso, magari per decongestionare tante classi sovraffollate”(M. Gissi)Quello della riduzione a max 22 alunni nelle prime classi della primaria sarebbe un provvedimento che andrebbe certamente nell’ottica di migliorare la qualità del servizio compatibilmente con le esigenze dei lavoratori. Infatti questo primo segmento scolastico è quello in cui emergono i soggetti BES e DSA , i quali hanno seriamente bisogno di una didattica individualizzata e personalizzata…Questo provvedimento  porterebbe ad un incremento ovvero stabilizzazione del numero degli insegnanti di quel segmento per via del decremento demografico…I parlamentari del M5S – conclude la senatrice – hanno presentato questo emendamento alla legge di bilancio alla Camera.” ( Sen. Bianca Laura Granato)

Occorre fare presto

Si raggiungerà l’obiettivo? Me lo auguro. Occorre approfittare della legge di Bilancio per abrogare le classi pollaio, volute dalla coppia Gelmini-Tremonti (2009). Suggerivo qualche giorno fa di inserire la proposta di legge (prima firmataria l’On. Lucia Azzolina) nel dispositivo finanziario. Si vedrebbero subito gli effetti. Il 7 gennaio 2019 , infatti, si apriranno le iscrizioni per il nuovo anno scolastico. A seguire, dopo alcuni passaggi,  sarà assegnato l’organico alle istituzioni scolastiche. Quindi facciamo presto!

Questa voce è stata pubblicata in Classi pollaio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.