Classi pollaio, il vero volto del Miur

Classi pollaio.

Classi pollaio. Ecco svelato il pensiero autentico del Miur

Classi pollaio, si parla molto. Poco nei convegni e nei corsi di aggiornamento.  Leggi i documenti ufficiali del Miur. Effetti: rabbia, frustrazione…

Classi pollaio, le parole che contano

Classi pollaio, se ne parla molto. In questo caso i social stanno assolvendo ad una funzione di “attenzione” al problema. Ne parlano anche i politici, ma solo a fini di propaganda elettorale.
Poi leggi la nota del Miur sugli organici e formazione delle classi. E comprendi tutto. Il Miur rivela il suo vero volto: profilo da ragionieri, dove gli alunni e gli studenti sono solo numeri.  Il documento conferma sostanzialmente gli organici di quest’anno. e quindi le classi pollaio. “si va dalla scuola primaria (dove si possono allestire classi anche da 27 alunni) a quella dell’infanzia (al massimo 29 alunni), passando per la secondaria di primo grado fino alle superiori (in entrambi i casi via libera anche a 30 allievi per classe).” ( Fonte Tecnicadellascuola.it) La nota rappresenta il punto di riferimento degli Usr per l’avvio della’anno scolastico 2018-19
Mi chiedo: che idea di scuola hanno gli alti Dirigenti del Miur che lavorano in stanze arieggiate, climatizzate, silenziose?
Povera scuola!

Questa voce è stata pubblicata in Tutti gli articoli. Contrassegna il permalink.