Classi pollaio, l’opposizione della Lega

Classi pollaio

Classi pollaio, arriva la conferma dell’opposizione della lega. Non sorprende.

 

Classi pollaio abbiamo la conferma che la Lega si era opposta al superamento di questa indecenza pedagogica. Di Maio ha rilanciato l’abrogazione. Attendiamo i fatti.

Classi pollaio, una conferma che non stupisce

Classi pollaio, arriva la conferma dell’opposizione silenziosa della Lega al superamento delle classi pollaio. Si legge infatti nella pagina Fb dell’On. Lucia Azzolina:”noi avevamo presentato un disegno di legge che prevede un numero  massimo di 22 alunni o persino di 20 in caso di presenza di disabili, eliminando l’espressione “di norma” contenuta nelle disposizioni di legge in vigore oggi”.
“Ci sembrava una proposta del tutto ovvia: ogni docente sa bene che lavorare con 30-35 alunni per classe garantendo la qualità della didattica soprattutto se ci sono situazioni di disabilità, dsa e bes è a dir poco complesso. La nostra proposta è stata però bloccata e osteggiata dalla Lega nonostante che noi fossimo anche disponibili a rivederla in modo da renderla meno costosa.
Negli ultimi mesi abbiamo più volte chiesto al Miur di fornirci dei dati ma nessuno ci ha mai risposto e il ddl si è arenato in Commissione Cultura in attesa che la Lega desse il suo placet”.
La dichiarazione non mi sorprende! Nel 2008 la Lega votò la legge133/o8. Il Ministro Bussetti ha ridotto il problema a una pessima gestione delle scuole.

Il rilancio dell’On. Di Maio

 

Ieri Luigi Di Maio ha rilanciato il superamento delle classi pollaio, inserendo la questione al 10° punto del programma pentastellato. Interessante questo ritorno della questione, che fino a ieri era parcheggiata in un binario morto. Sarà sufficiente? Se si formerà il nuovo governo, lo capiremo  da chi sarà chiamato a ricoprire la funzione di Ministro dell’Istruzione.

Questa voce è stata pubblicata in Classi pollaio, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.