Posted in: Cyberbullismo

legge Cyberbullismo: il Garante della Privacy e gli obblighi delle scuole

 

cyberbullismo
cyberbullismo

Cyberbullismo. Inevitabilmente la legge  71/17 coinvolge la sfera della Privacy che gli insegnanti nominati come referenti contro il suddetto fenomeno devono conoscere.

Ottima sintesi e la lettera

Nel sito del Garante della Privacy è proposta un’interessante sintesi delle procedure previste dalla nuova legge. Ovviamente, suggerisco la lettura integrale del dispositivo di legge. Indicazione che diventa stringente per chi ha assunto la funzione anticyberbullismo. Sul sito è presente anche il modello di lettera  da inviare al Garante in caso di “mutismo” da parte del responsabile dei dati del sito coinvolto nel casi di molestie online.

Obblighi per le scuole

Concludo ricordando che ogni Istituzione Scolastica è obbligata a individuare un docente referente anticyberbullismo.  A questo  si aggiunge anche la responsabilità civile  della scuola in caso di verificarsi di situazioni di molestie online.
Si legge sul Il Sole 24 Ore ” Oggi quindi la mancata nomina del referente scolastico potrebbe incidere sull’affermazione di responsabilità degli istituti scolastici, gravati di questo onere specifico… Sul fronte civilistico, tuttavia, già prima dell’entrata in vigore della legge 71/2017 la giurisprudenza considerava la diffusione di video illeciti on line quali attività del tutto prevedibili «in ragazzi di età pre-adolescenziale, dotati di telefonini abilitati a riprese video e generalmente fruitori di social network» (sentenza Tribunale di Brescia numero 1955, pubblicata il 22 giugno 2017). Per i giudiciè noto che la diffusone tra i ragazzi di video lesivi dell’altrui reputazione può verificarsi in orario scolastico e ciò basta per ritenere sussistente la responsabilità civile dell’istituto scolastico.”