Posted in: Cyberbullismo, Tutti gli articoli

Genitori e cyberbullismo

1397581503_cyberbullismo-fabrizio-pillotto
Da diverso tempo pubblico articoli sul  cyberbullismo (ad esempio: L’ingrottamentoLa superficialitàBullismo) L’Istat ( 2015 )fotografa questa situazione, includendo anche il bullismo: ” Nel 2014, poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti. Il 19,8% è vittima assidua di una delle “tipiche” azioni di bullismo, cioè le subisce più volte al mese. Per il 9,1% gli atti di prepotenza si ripetono con cadenza settimanale. Lascio il resto della lettura.
Tenendo conto che secondo la società dei pediatri italiani l’74% – 84% dei ragazzi coinvolti nel fenomeno preferisce risolvere da solo il problema senza consultare gli adulti ( genitori, educatori, insegnanti ) la situazione è grave.   Sul sito life Style Ansa sono proposti ai genitori cinque comportamenti. Tutti richiedono l’impegno ad aggiornarsi sui nuovi sviluppi tecnologici e nel Web. A questo si aggiunge anche l’attivazione di un dialogo con preadolescenti e adolescenti . Particolarmente difficile con i primi, in quanto occorre gestire la fase naturale della “desatellizzazione” dalla famiglia a favore del gruppo dei pari, che oggi, spesso,  è virtuale (gli amici su Facebook, Instagram…).
L’alternativa è rinunciare all’educazione, consegnando i nostri figli al  “The dark side” del Web, caratterizzato da un diffuso narcisismo e desiderio di emergere…