Posted in: Contratto scuola, Tutti gli articoli

La beffa nascosta del contratto

Immagine
E’ mia abitudine esprimere un giudizio finale dopo aver letto le carte. Anche nel caso della legge di stabilità 2016 ho atteso la pubblicazione del Disegno di legge. bene, si legge all’ art. 27 comma 1:
La norma dispone che per il triennio 2016-2018, in applicazione dell’articolo 48, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, gli oneri posti a carico del bilancio statale sono quantificati, complessivamente, in 300 milioni di euro a decorrere dall’anno 2016, di cui 74 milioni di euro per il personale delle Forze armate e dei Corpi di polizia di cui al decreto legislativo 12maggio 1995, D. 195 e 7 milioni di euro per il restante personale statale in regime di  diritto pubblico”
I grassetti che ho inserito, fanno emergere l’assurdità, la presa in giro e quindi l’irricevibilità della proposta governativa. Aggiungo anche il carattere offensivo della nostra dignità di lavoratori.
Nello specifico: i 300 milioni lordi –  sottolineo il valore –  sono uno stanziamento complessivo del triennio 2016-18!!! Ciò significherà che per ogni anno riceveremo 1,33 € . Se la matematica non è un’opinione e le parole hanno ancora un senso  questa è la somma che riceveremo ogni anno!!! Si parla di un caffe e mezzo,  di tre panini in più al mese. Potrei continuare con gli esempi!!! Mi fermo qui per evitare l’aumento di bile.
A questo punto ha senso firmare un contratto così umiliante e penalizzante per qualche collega che supererà la soglia dei 1.500 € mensili, perdendo anche gli 80 € ?