Posted in: Contratto scuola, Tutti gli articoli

La comunicazione futuristica del Ministro Fedeli

La comunicazione futuristica


La comunicazione futuristica è la modalità preferita dai nostri politici. Ha il grande vantaggio di immaginare scenari vuoti, indefiniti. Quasi mai, poi questi si concretizzano.   Alla lunga però la strategia non paga!

Il Ministro continua a parlare al futuro

Darò un riconoscimento sociale e economico del valore delle professionalità di chi lavora nella scuola e nelle università.”( Per leggere tutta l’intervista cliccare qui)
Interessante! Chi potrebbe affermare il contrario. Purtroppo però la dichiarazione è l’ultima di una serie dove il Ministro ha preferito seguire il criterio dell’annuncio ( Si leggano ” Ministro Fedeli, repetita…. La ritirata del Ministro Fedeli  )
Purtroppo questa tecnica è caratterizzata dai tempi declinati al futuro o al condizionale. E’ carente il passato prossimo che rimanda, nel nostro caso, a provvedimenti, decisioni già prese. Da qui la mia espressione: la comunicazione futuristica

Considerazioni

Chi sono i suggeritori di questa modalità comunicativa? Non credo che il Ministro parli a braccio, ma solo dopo aver consultato gli esperti. Essi probabilmente considerano gli insegnanti inadeguati, non all’altezza di comprendere il “giochino” da presa in giro. Grande errore, dovuto alla scarsa frequentazione con gli insegnanti.
Ribadisco il Ministro è “ingabbiato” nelle sue decisioni. Può fare poco o nulla, perché deve tenere conto delle Legge di stabilità 2016 e 2017, dell’Atto di indirizzo generale, emanato a giugno dal Ministro Madia, dai quali emerge una certezza: aumenti medi di 85€. Pertanto mi riesce difficile capire quali siano le risorse aggiuntive che il Ministro ha in serbo e che possono dare una consistenza maggiore all’aumento contrattuale.
A breve, comunque, il Ministro dovrà scoprire le sue carte con la pubblicazione dell’Atto di indirizzo di comparto ( Leggere il mio articolo ” L’atto di indirizzo confermerà le dichiarazioni del Ministro?“). Da qui capiremo tutto!