Recensione: “Le regole della Rete. Come tutelare i propri contenuti online”

La Rete
Molti ritengono che esista una frattura tra il mondo reale e la Rete (= mondo virtuale). Il primo definito da norme, che definiscono diritti e doveri. Tutto invece, cambia quando accediamo alla Rete.  

Un panorama sconfortante

Offese, fake news, frasi razziste, sessiste, omofobiche, attacchi di troll che vivono per stimolare le “rispostacce” dell’incauto… In tutto questo anche gli insegnanti fanno la loro parte. Ovviamente non coprendo tutto il suddetto “campionario”, caratterizzato dalla certezza di essere anonimi o non perseguibile in Rete.

” il maltrattamento” dei contenuti

E i contenuti? Incorrono in fenomeni che rimandono al furto delle immagini, alla violazione dei diritti di autore o di altro tipo.

Un ottimo contributo

La navigazione nel Web richiede la conoscenza delle regole, Solo così diviene consapevolezza, movimento virtuale “critico” e ragionato.
In questo compito ci aiuta l’ottimo lavoro “Le regole della rete” di F. De Stefani avvocato e autrice di pubblicazioni a carattere giuridico.
Con un linguaggio quasi colloquiale, quindi mai tecnico, illustra negli otto capitoli la gestione corretta dei blog,   la normativa sulla protezione dei dati, le implicazioni delle offese delle diffamazioni e il copyright di foto e contenuti… Ovviamente costanti sono i riferimenti alla navigazione nei media sociali o nel microblog di Twitter.
Di un certo interesse l’appendice che presenta una sorta di vocabolario che rimanda ai comportamenti corretti da tenere in Rete.
Da leggere e approfondire per dare autorevolezza e un  profilo credibile alla Rete. Ne abbiamo tutti bisogno!