Posted in: Opinioni, Tutti gli articoli

L’insegnamento ( non unico ) di Z. Bauman

In questi giorni ci ha lasciato per sempre Z. Baumann.
“Liquidità”. Con questo termine il sociologo polacco è riuscito a “fotografare” magistralmente il nostro contesto, decretandone la sua fama, anche fuori dal contesto accademico.
Questo si contrappone a quello denso, caratterizzato da certezze e linearità esistenziale.
L’intervento che riporto qui sotto va a braccetto con una delle affermazioni di K. Popper, divenuta poi il titolo di un suo libro ” Tutta la vita è risolvere problemi”.
Personalmente sono convinto che si “rinasce” più uomini e donne, si consolida quel “senso della terra” ( F. Nietzsche ) ogni volta che affrontiamo a ” muso duro” un problema. Certo, L’esito positivo, la “fuoriuscita dal problema”  poi dipende da una serie di circostanze non sempre da noi governabili.
“L’esperienza dei problemi” poi ha un ulteriore merito: promuovere la resilienza, che sinteticamente è quella competenza ad individuare il positivo in situazioni traumatiche, divenendo la spinta vitale per uscire dall’angolo nel quale l’evento ci ha costretto.  Questa è la via per la felicità!
Grazie Z, Bauman e che “la terra ti sia lieve”!
Intervento di Z. Baumann