L’involuzione pedagogica di una scuola che non deve disturbare

 

 

L'involuzione pedagogica

La scuola ideale? Quella discreta e che non disturba
soprattutto durante le vacanze.

Un interessante esempio (v. sotto) di involuzione pedagogica che rimanda all’arretramento della proposta formativa della scuola. Situazione ben sintetizzata nel passaggio “Se non è troppo disturbo“.


Questa sembra essere la direzione che intende dare il Ministro Bussetti, quando invita i docenti a non assegnare troppi compiti per le vacanze natalizie. La scuola deve essere una presenza discreta, limitando al massimo l’impegno domestico.  Ottimo assist per gli insegnanti poco appassionati del loro lavoro e che riceveranno la conferma che la scuola è un soggetto istituzionale sostanzialmente inutile. L’unica utilità è rappresentata  dalla certezza di ricevere  a fine mese lo stipendio.  I tanti insegnanti motivati, riusciranno a non farsi contagiare?

Questa voce è stata pubblicata in Opinioni, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.