Posted in: Opinioni, Tutti gli articoli

L’Italia e il “suo futuro”

no_paese_giovani
L’italia investe sempre meno nell’istruzione ( vedi ” L’italia investe poco in istruzione.) Non c’era bisogno di questa ulteriore conferma: Da tempo il nostro Paese ha deciso di investire su un futuro caotico, incerto regolato dal ” particulare” nel quale dominano elementi individualistici e di alterità rispetto al patrimonio culturale del nostro Paese. In questo apparente ” lasciarsi andare” quindi esiste una prospettiva, una direzione diversa da quella degli anni ’60 e “70, durante i quali l’istruzione fu considerata un valore, un’opportunità di miglioramento e progresso individuale e sociale.
Quindi: ha senso ancora parlare dii scuola, in un contesto che sta “investendo” verso un futuro dove la formazione e lo studio sono considerati valori alieni? Ha ancora senso parlare di fatica, impegno e sudore in un contesto dove la scorciatoia, è la strategia e  l’apparire conta più dell’essere.
Personalmente sono convinto che ancora è possibile immaginare un futuro di persone libere, in quanto dotate di ragionamento e di riflessione critica verso una realtà specializzata a creare condizionamenti di segno contrario, Sono persuaso che solo lo studio e la formazione possono darti quella marcia in più
l’intuizione dell’ “oltre”, della ” vista dall’alto ” della realtà contemporanea.

L’Italia  investe poco in istruzione