Posted in: Cyberbullismo, Tutti gli articoli

L’uso “disinvolto” dei Social

offendere
Per formazione culturale non sono abituato ad offendere le persone. Preferisco argomentare le mie posizioni, cosciente che questa modalità, spesso è anti-televisiva e sideralmente lontana dal pensiero superficiale, dall’opinione, dalla frase ad effetto. Ritengo però, che la modalità argomentativa  sia una delle forme più alte del pensiero.
Da qui la mia distanza dal turpiloquio, dall’offesa personale al personaggio politico…
Purtroppo registro che spesso questa è la modalità di comunicazione nei Social. Non sempre chi si esprime in questo modo è cosciente delle conseguenze penali . Non siamo mai soli, quando postiamo un commento, una foto…
Qui propongo una sintesi dei rischi ai quali può andare incontro una persona che posta messaggi  offensivi