Ministro Bussetti, per una scuola educativa occorre…

Ministro Bussetti

Il Ministro Bussetti passi dalle parole ai fatti, iniziando dalle classi pollaio

Il Ministro Bussetti, parla, parla… Difficilmente non essere d’accordo con lui. Purtroppo non sempre le parole seguono i fatti. Il caso delle classi pollaio.

Ministro Bussetti, d’accordo ma…

Il Ministro Bussetti rilascia l’ennesima e ultima intervista. Ha detto:
L’educazione è l’investimento prioritario per il Paese: il nostro dovere etico e politico è progettare un grande rinnovamento culturale per l’Italia in Europa e nel mondo.”
Come non essere d’accordo con lui. Purtroppo non riesce a convincermi del tutto.
Per farlo dovrebbe sostenere con più entusiasmo lo sforzo dei deputati Gallo, Azzolina e Granato (M5s) per l’abolizione delle classi pollaio.
U. Galimberti, noto filosofo “greco”, è riuscito magistralmente a individuare il nesso tra la presenza delle classi pollaio e l’affermazione di una scuola diseducativa. Non poteva essere diversamente, considerato il profilo di filosofo. Ha detto, comunque: “Per educare e seguire davvero l’educazione servono classi di 12-15 ragazzi. Finché avremo classi di 30-35, persone vorrà dire che abbiamo deciso che nelle nostre scuole non si educa. L’educazione è educare la parte emotiva dei ragazzi, vedere le differenze tra i ragazzi. Altrimenti si resta al livello impulsivo”
Quindi Ministro Bussetti mi aspetto qualcosa di più concreto!

Questa voce è stata pubblicata in Classi pollaio, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.