Posted in: Legge 107/05, Opinioni, Tutti gli articoli

Non ne vale pena…

Finalmente Renzi ha fatto vedere le sue carte riguardanti il merito e soprattutto il compenso, legato a questo profilo docente. Risultato: deludente!!! Sconfortante!!! Sul piatto vengono offerti 60€ netti . Ovviamente il valore della cifra deve essere  considerata in rapporto all’impegno. Bene il gioco non vale la candela. Fuori di metafora: gli impegni aumentano a  fronte di un compenso assolutamente inadeguato. Se questo rapporto dovesse essere confermato, lo sarà anche il nostro profilo: non più professionisti (  compensi in linea con gli impegni ), ma volontari o peggio missionari della formazione. Scendiamo nel dettaglio: il profilo meritevole sarà caratterizzato da tre tipi di crediti: didattico, formativo e professionale. Ora gli elementi in comune di questi aspetti “meritevoli” , sono la ricerca, lo studio, la riflessione  la progettazione, la verifica. In altri termini: il tempo, il mio tempo, tanto tempo!!!! E per cosa? Per una manciata di € ogni tre anni che se li rapporto con il costo della vita presto diventeranno “zero carbonella”. Quindi rispedisco al mittente la proposta dicendo con Totç: “ ma mi faccia il piacere” Temo piuttosto che la nostra categoria arriverà al primo appuntamento  “stremata”,  “rasoiata” e impoverita per via del blocco contrattuale, dell’abolizione degli scatti di anzianità. E ciò rappresenterà la condizione ottimale per una guerra tra poveri.