Posted in: Scuola

Nuovo governo, è opportuno confermare la Ministra Lucia Azzolina. In alternativa…

Nuovo governo
Nuovo governo Lucia Azzolina deve essere confermata. Conosce la scuola in tempi di Covid.

Nuovo governo, diverse sono le questioni da risolvere. La scuola necessità di continuità. Avanza la candidatura della On. Boschi, ma il suo programma e vago. Le alternative sono…

Nuovo governo, quale scenario per la scuola?

Nuovo governo, meglio esecutivo confermato con qualche modifica. Il programma sarà incentrato sulla presentazione e gestione del Next Generation Eu.
Per la scuola cambierà poco. Gli obiettivi sono sempre gli stessi: inclusione, implementazione della didattica digitale, formazione dei docenti…
Essi dovranno interagire con le esigenze imposte dall’emergenza sanitaria che non terminerà a breve. Per I. Capua e non solo  l’emergenza finirà solo nel 2022.

Riconfermare la Ministra Lucia Azzolina

Personalmente sono convinto che Lucia Azzolina abbia fatto il possibile per rendere le scuole sicure. Indubbiamente ha commesso degli errori. Chi non li avrebbe commessi di fronte  a una situazione nuova che ha imposto repentinamente uno scenario non previsto da nessuno? Ha dovuto limitare i danni imposti soprattutto  dalla Riforma Gelmini (classi pollaio), confermata dai governi di sinistra (Letta, Renzi, Gentiloni). Ha fatto esperienza di un sistema  regionale frammentato e disorganizzato sulla gestione dei trasporti… Ha rimesso in moto un sistema praticamente fermo, bloccato adeguandolo alle esigenze dell’emergenza sanitaria. L’alternativa era mantenere le scuole chiuse fino a conclusione dell’emergenza sanitaria.
E’ stata attaccata sui famosi banchi a rotelle. Chi lo ha fatto dimentica che questi rappresentano solo il 17% del totale. Questi sono stati richiesti dalle scuole e quindi non sono una decisione della Ministra.
Per il nuovo governo avanza la candidatura di Maria Elena Boschi (conosce poco di scuola). Ieri sul quotidiano La Stampa la deputata di Iv ha indicato il suo obiettivo: “Bisogna riaprire le scuole e le università il prima possibile, in sicurezza“, dimenticando però un dato di fatto: il sistema scolastico è per 3/4 aperto. Le scuole superiori stanno soffrendo la poca sicurezza dei trasporti e dove gli istituti sono stati riaperti si lavora in presenza al 50-75%.
Personalmente sono del parere che L. Azzolina debba continuare. Un anno di lavoro le consentono di mettere con maggiore rapidità a punto il sistema-scuola, in vista anche del prossimo anno, che rimarrà emergenziale. 
Le alternative sono B. Laura Granato (insegnante e contraria alla Riforma Gelmini e Giannini/Renzi) e Lorenzo Fioramonti. Quest’ultimo si dichiarato a  tornare a Via Trastevere ricordando che esiste il problema irrisolto delle classi pollaio.