Posted in: Scuola

Patrizio Bianchi, nuovo Ministro dell’istruzione?

Patrizio Bianchi
Patrizio Bianchi, lo danno favorito per il Ministero dell’Istruzione. Se nominato, riuscirà a far meglio di L. Azzolina?

Patrizio Bianchi, sarà il nuovo Ministro dell’istruzione? Lo ipotizzano alcuni quotidiani. E’ un professore universitario. Confermata l’ipotesi formulata ieri.
Sarà in grado di gestire la complessità del Ministero dell’istruzione?

Patrizio Bianchi, il pole position per l’Istruzione

Patrizio Bianchi sostituirà L. Azzolina al Ministero dell’Istruzione? Gli autorevoli Quotidiani “La Stampa” e “Il Corriere della Sera” lo danno come probabile. E’ un professore universitario (docente di economia e politica industriale). E’ stato  assessore alla Scuola, Università e Lavoro in Emilia-Romagna. quindi è un tecnico prestato alla politica. Se la scelta dovesse ricadere su di lui, confermerebbe l’ipotesi formulata ieri sul tramonto dei professori militanti nella scuola (realtà diversa da quella universitaria).
La recente storia della scuola italiana è stata quasi sempre colonizzata dagli accademici: F.Profumo, M. C. Carrozza, S. Giannini, L. Fioramonti. Il loro passaggio a Viale Trastevere presenta diverse connotazioni: alcuni purtroppo hanno inciso poco (Profumo, Carrozza); altri invece di riporto (S. Giannini) hanno lasciato un segno (L.107/15); infine L. Fioramonti si è fatto notare per le sue dimissioni, prodotte dal fatto che alla scuola non venivano dati sufficienti fondi per migliorare l’offerta formativa (tre miliardi).
Quindi se si esclude la parentesi V. Fedeli abbiamo avuto dieci anni con una prevalenza di accademici.

L’Istruzione è una realtà molto complessa

La breve esperienza di L. Azzolina, professoressa e deputato,  è stata una parentesi. Ha certificato la complessità di gestione dell’Istruzione. Compito reso ancora più difficile dall’evento imprevisto della pandemia.
Mi auguro che il Prof. Patrizio Bianchi, se sarà incaricato di gestire la scuola (ripeto realtà diversa dall’università), riesca dove la Ministra Azzolina è mancata (impossibile la perfezione in una pandemia). Sarà molto difficile, mi auguro però di sbagliare.
Dalla sua parte il Prof. Bianchi ha un interessante documento  presentato il 9 giugno, risultato di un lavoro di una commissione finalizzato alla ripartenza di settembre. Un testo che partendo dall’autonomia scolastica, proponeva molte soluzioni organizzative, ma che a parere del Professore è stato ignorato.