Profilo docente. Tre messaggi eloquenti


Ho scritto più volte che il nostro lavoro è continuamente caratterizzato da pacche sulla spalla, ringraziamenti e iperbole. Quasi sempre queste hanno lo scopo di confonderci, di far calare la nebbia su quello che realmente pensa su di noi il contesto sociale.
A mio parere occorre, invece soffermarsi su queste situazioni, grazie alle quali emerge il nostro reale profilo.
1) L’altro giorno su La 7 si parlava di scuola. Erano stati invitati diverse personalità. Non erano presenti insegnanti.
2) La cronaca ci propone situazioni dove gli insegnanti sono contestati per i giudizi scritti sulle schede di valutazione, per i compiti assegnati nel weekend e altro ancora. A questi fatti occorre aggiungere anche una tipologia di genitore che si sente autorizzato a dire la sua sulla didattica.
3) Dopo otto anni di vacanza contrattuale il governo propone alla scuola (e non solo) un aumento (indecente) medio lordo di non meno  85€ nel triennio.
Da qui ne consegue l’immagine reale dei docenti.
Concludo questo mio breve intervento con le parole di T. De Mauro ( l’ultimo vero Ministro  competente del Miur) che aveva compreso il valore  strategico del docente (ne riporto un’immagine)

Questa voce è stata pubblicata in Contratto scuola, Legge 107/05, Opinioni, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.