Posted in: Recensioni, Tutti gli articoli

Recensione “La psicologia di Internet”


Chi siamo noi, quando entriamo nel Web? Esiste una continuità tra la vita reale e quella virtuale, oppure mettiamo in atto una serie di comportamenti e di risposte che ci rendono diversi rispetto alle nostre relazioni fisiche?
Dalla lettura di questo corposa, ma interessantissima  pubblicazione, sembrerebbe che il nostro Io, assuma caratteristiche uniche e spesso irripetibili nella vita quotidiana. Ecco quindi giustificato il titolo ” la psicologia di Internet“.
Patricia Wallace docente al Graduate School del Maryland University College, presenta la Rete come la nuova agorà, dove si va definendo un nuovo tipo di comunicazione e  un sistema di relazioni senza il corpo ( assenza del tono, della mimesi facciale… ). Le grandi opportunità offerte dalla Rete, coesistono con il dilagante narcisismo, l’aggressività, il presunto anonimato e altro ancora. Tutto questo è analizzato dalla studiosa senza eccessivo coinvolgimento, mantenendo quella giusta dose di freddezza che le hanno consentito di entrare in profondità nei chiaroscuri della Rete.
Il lavoro è un aggiornamento! Sono stati aggiunti nuovi capitoli; lo sviluppo infantile, i giochi online e la privacy.
Lettura  profonda, alta e impegnativa.  Sicuramente da leggere prima delle vacanze estive o al rientro.
Punto di riferimento per chi intende comprendere le nuove identità più imposte che proposte dalla Rete.