Posted in: Formazione, Informatica, Recensioni, Tutti gli articoli

Senza educazione. I rischi della scuola 2.0

snza educazione

Che dire? Un agile pamphlet che fa riflettere chi come il sottoscritto è da anni impegnato sul versante informatico e in particolar modo a dare sostanza e concretezza alla formulazione di una Pedagogia 2.0.
Secondo l’A. l’introduzione delle nuove tecnologie non migliora le performance degli studenti, sottrae risorse a progetti finalizzati a dare sostanza alla formazione dello studente e soprattutto non si notano sostanziali differenze rispetto agli obiettivi della scuola del passato.
L’abbinamento “Buona scuola” e presenza dei diversi dispositivi è un’operazione voluta dall’industria di riferimento, che ovviamente si muove in base al criterio degli utili. In realtà la formazione è realmente efficace, non grazie alla presenza delle Tic, ma grazie all’azione  di professori e maestri all’altezza dei tempi, che possono anche utilizzare le nuove tecnologie, ma in modo critico e ragionato.
Utile riflessione e lavoro da leggere per evitare l’implementazione di una prassi didattica 2.0 vuota, inutile e in alcuni casi controproducente.