Sicurezza in rete. Immagini e scene estive!


In questo periodo le spiagge sono il mio luogo preferito. Spesso, troppo spesso, ho sempre la stessa conferma: tanti bambini maneggiano da soli smartphone e tablet! E i genitori?Tranquillamente a prendere il sole, a farsi il bagno a chiacchierare tra loro o preoccupati a gestire la loro messaggistica istantantanea (IM). Pochi sono quelli che parlano, giocano con i loro  “pargoletti”, facendosi, così scivolare il tempo, “quel tempo” tra le dita. Un tempo che conferma l’assenza dei genitori, la loro estraneità al mondo dei figli. Questa separazione, solitudine intergenerazionale, consegna un tempo vuoto, riempito spesso da altri soggetti che puntando sul narcisismo, sul bisogno di essere ascoltati, o semplicemente accettati degli preadolescenti (e non solo) assumono quella funzione genitoriale non sempre positiva.  Preferiscono “affidarli” ai dispositivi elettronici, l’evoluzione della televisione che aveva riempito negli anni ’80 e ’90  le tante ore di ozio estivo con cartoni animati e tanta pubblicità che ha trasformati i bambini e i ragazzi nei clienti più affidabili per il mercato.
Mi auguro che questi dispositivi siano sufficientemente protetti, rendendo sicura la navigazione dei bambini nel Web.
Sicuramente i dati proposti in nell’articolo Smartphone e pc, a rischio privacy dei bambini  fanno riflettere. Sinteticamente ” il 67% dei siti web e delle app raccoglie i dati dei bimbi; solo il 31% controlla che ciò non accada; il 58% indirizza i bambini su altre pagine web e addirittura il 71% delle organizzazioni non consente di cancellare facilmente i propri dati personali.”
Non meno allarmanti quelli relativi alla diffusione del fenomeno del sexting , che trova il suo facilitatore nel narcisismo adolescenziale. Anche qui sinteticamente ” I contenuti di sesso esplicito vengono condivisi nel 67% dei casi attraverso Whatsapp, seguito da Instagram  con il 57% e da Snapchat con il 43%.”

Questa voce è stata pubblicata in Cyberbullismo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.