Posted in: Tutti gli articoli

Vertenza contrattuale, passo indietro della Ministra Fedeli

vertenza contrattuale
La Ministra sembra averci ripensato. Non rimane che attendere giovedì.

La vertenza contrattuale si tinge di giallo. L’altro giorno, il Ministro Fedeli sembrava decisa a difendere l’autonomia della legge 107/15. Ora invece sembra averci ripensato.

Vertenza contrattuale, la Ministra Fedeli ci ha ripensato?

Vertenza contrattuale, tre giorni fa, La Ministra Fedeli sembrava irremovibile. In sostanza dichiarava che il contratto non si sarebbe “appesantito” dei 500 milioni ( bonus merito e Carta docente).
Ora, secondo l’autorevole quotidiano “ItaliaOggi” sembra tornare sui suoi passi. La testata giornalistica conteneva un articolo con  questo titolo:” “Il merito finisce nel contratto” .
Si legge, l’aggiunta in parentesi e mia” L’atto (di indirizzo modificato) rende disponibili i fondi  aggiuntivi della legge di vilancio e in questa sede, richiamando la piena attuazione dell’accordo sui contratti pubblici sottoscritti dall’allora governo Renzi con i sindacati a novembre 2016, richiama a contratto anche la disciplina relativa al bonus per merito e la formazione dei docenti, che pesano ripettivamente per 200 e 300 milioni di euro.”

Attendiamo giovedì, prima di…

Tatticismo ministeriale? Il sindacato l’ha spuntata?
A questo punto non resta che attendere giovedì 11 gennaio, quando le parti torneranno ad incontrarsi, scoprendo le carte. Solo allora potremo esprimere una valutazione basata sui fatti.