Posted in: Opinioni, Tutti gli articoli

Violenza sui docenti, la pessima dichiarazione del professore

violenza sui docenti
La dichiarazione del prof bullizzato è semplicemente imbarazzante!

Violenza sui docenti, l’intervista del professore

Il professore bullizzato dal ragazzo ha minimizzato il fatto. Non condivido questa parte dell’intervista rilasciata alla Gazzetta di Lucca
Professore che cosa ha provato quando ha scoperto che i video con gli episodi dei suoi studenti erano finiti sui social e in pasto al pubblico?
Guardi, si è trattato di un episodio sicuramente spiacevole, ma limitato pur nella sua gravità, ma ne avete fatto una cosa troppo grande e straordinaria al punto che non capiamo tutto questo vostro interesse per un fatto che non può essere generalizzato. Non mi sembra il caso di aumentare la portata di quanto avvenuto.”

Non condivido nulla! Dichiarazione diseducativa

Premetto: tutta la mia solidarietà al professore per l’esperienza vissuta. Non condivido però nulla. Una pessima dichiarazione! Diseducativa. Non fa bene a se stesso, al ragazzo, a tutta la categoria degli insegnanti e allo stato italiano.
La richiesta di inginocchiarsi è fortemente umiliante! Dequalifica la persona! La desacralizza, riducendola quasi a un oggetto.
Si consolida il processo di deresponsabilizzazione dei ragazzi. Cosa arriva alla sua mente? Probabilmente quello di aver fatto una bravata che non ha turbato più di tanto il professore. Quindi…  Bene, ha fatto il Consiglio di Istituto a “non promuoverlo” insieme ad altri due.
L’offesa umiliante ha riguardato lui, come pubblico ufficiale. In un certo senso, il ragazzo ha chiesto allo Stato italiano di inginocchiarsi alla sua stupidaggine! Probabilmente non lo citerà per oltraggio a pubblico ufficiale ( il ragazzo è perseguibile, avendo superato i quattordici anni). Fortunatamente la Procura si sta muovendo diversamente.
In tutto questo non sono citati i genitori, ai quali fa capo “la culpa in educando”. Sono cuorioso di conoscere la loro posizione educativa sulle ca….te dei loro figli.