La scuola non protetta
29 Novembre 2021

Covid, aumento dei casi nella primaria

By Gianfranco

 

Covid, aumentano i casi nelle scuole primarie. Era inevitabile. La popolazione scolastica non è vaccinata. Emergono le criticità del protocollo sicurezza del Ministro Bianchi. Eppure se ne parla poco. Il motivo è noto: screditare L. Azzolina!

Covid, i contagi aumentano tra i bambini

Covid. Era inevitabile! Una popolazione scolastica totalmente non vaccinata (6-11 anni) non poteva evitare i contagi. Fino a qualche settimana fa era andata bene, grazie alle temperature tiepide che avevano permesso di tenere le finestre aperte. La soluzione facilitava il ricambio dell’aria, quindi la sua ossigenazione.
Inevitabilmente siamo entrati nella stagione fredda e quindi lo scenario sta rapidamente cambiando. La conferma proviene dall’Iss che conferma la maggiore incidenza tra i bambini.”Nel periodo 8 – 21 novembre 2021, in questa popolazione sono stati segnalati 31.365 nuovi casi, di cui 153 ospedalizzati e 3 ricoverati in terapia intensiva“. Già un mese fa S. Salmaso (epidemiologa) aveva dichiarato a Fanpage.it che registrava un aumento dei contagi  tra i bambini soprattutto in quattro regioni.

“Mai più in Dad”, eppure…

La conseguenza di questo cambio di scenario è il ritorno alla Dad come ben illustrato dal collega giornalista A. Corlazzoli sulle colonne de “IlFattoquotidiano.it” Il quadro presentato sta rapidamente peggiorando, sconfessando la dichiarazione azzardata del Ministro Bianchi “Mai più in Dad!“. Questa risale a due mesi fa e spiega l’attuale protocollo di sicurezza a maglie larghe. E’ il frutto di una falsa convinzione che la pandemia potesse essere superata con i vaccini. Il Ministro era convinto di avere la scienza dalla sua parte, dimenticando che questa è oggi molto ipotetica. Il suo profilo sperimentale è stato rilevato da un virus che resiste ai tentativi di imbrigliamento. E’ molto probabile che l’attuale scenario si prolunghi per diversi anni, vista l’impossibilità di vaccinare tutto il Pianeta. Le varianti virali saranno la costante con la quale dovremo coesistere.
Rispetto allo scorso anno la percezione di un rapido peggioramento è fortemente condizionata dalla disattenzione dei massmedia. Se ne parla poco, eppure la situazione pare peggiore rispetto allo scorso anno. Cosa è cambiato? Semplice, il responsabile del Mi. La sovraesposzione mediatica della scuola era finalizzata allo screditamento di L. Azzolina, che purtroppo passerà alla storia come la Ministra dei “banchi a rotelle“. Chi ha approfondito la questione sa benissimo che questi arredi furono consegnati alle scuole richiedenti.
Resta la scuola più esposta e quindi più fragile.