Rientro a scuola, le linee guida tardono. Cosa stanno facendo le scuole?

Rientro a scuola

Rientro a scuola, domani avremo le linee guida. Intanto le scuole…

Rientro a scuola, forse domani saranno pubblicate le linee guida. Siamo in ritardo. Variegata la posizione delle scuole. Luglio e agosto saranno due mesi molto impegnativi.

Rientro a scuola, domani sarà il giorno delle linee-guida?

Rientro a scuola, domani saranno rese note le linee guida. Difficilmente la regola generale del distanziamento sociale sarà disattesa. Una diversa indicazione rappresenterebbe un ritorno alla situazione di fine febbraio-inizi marzo. Impensabile, considerando che il virus circola ancora e quindi coesiste con le nostre vie. Si partirà da un metro lineare, che diventano 4 mq per alunno.
Da qui discenderanno le altre limitazioni: formazione di due o più sottogruppi, il pasto servito a refettorio (improbabile) o in classe (molto probabile), entrate e uscite scaglionate…

Cosa stanno facendo le scuole?

In attesa di queste indicazioni generali, sarebbe stato interessante un report su cosa stanno facendo le scuole. In mancanza di questi dati, si possono fare delle ipotesi, partendo da interviste, dichiarazioni e riunioni tra i Dirigenti Scolastici.
Ci sono Istituti scolastici (Visconti, Roma) che hanno organizzato un gruppo di lavoro tra docenti, genitori e Preside. Ottima iniziativa che purtroppo però ha portato alla conferma della difficoltà di reperire spazi interni o esterni.
Altre scuole si stanno organizzando in questo periodo.
E infine ci sono scuole che stanno attendendo le linee-guida. Queste sono interpretate in senso esteso. In altri termini, si attendono indicazioni certe e dettagliate. Difficilmente il documento ministeriale potrà essere tarato sulle esigenze particolari di ogni scuola. Queste ultime rischiano di trovarsi di fronte a un lavoro enorme di riorganizzazione nei mesi più critici (ferie docenti e Dirigenti scolastici, reggenze e trasferimenti dei capi d’Istituto).
Purtroppo manca qualsiasi informazione su come si stanno muovendo gli RSSP (Responsabili della sicurezza), che dovranno apporre la loro firma sul piano di riapertura.
La mia sensazione? A settembre molte scuole, soprattutto quelle che hanno adottato la linea attendista, incontreranno molte difficoltà a far ripartire le scuole, rispondendo efficacemente all’esigenza dell’utenza che vuole tutti gli alunni in classe e senza doppi, tripli turni.