Posted in: Recensioni, Tutti gli articoli

Recensione: “Teoria e pratica della comunicazione multimediale”

PrimaD_copertinaTeP

Da diverso tempo cerco di supportare la mia progettazione informatica ( e non solo )  di una robusta impostazione teorica. I vantaggi sono diversi. Il più importante è quello di mantenere centrale la prospettiva, lo spessore formativo del nostro fare in aula. In questo modo rimango fedele al mio profilo professionale che rimanda alla pedagogia, ricusando ogni identificazione con le procedure e quindi con il tecnicismo.
Questa impostazione la troviamo nel testo universitario di Caterina Cangia. L’A. inquadra la comunicazione multimediale, nel contesto più ampio della comunicazione interpersonale. Per chi ama la profondità, risulteranno interessanti le finestre su alcuni modelli che fondano la comunicazione multimediale. Si parla dei quadri concettuali di Shannon e Weaver e Jakobson e altri.
Segue il capitolo che analizza la  fruizione di diverse soluzioni multimediali  con interessanti aperture all’aspetto valutativo. Quest’ultimo elemento conferma l’impostazione pedagogica di tutto l’interessante lavoro.
Il lavoro si conclude ( si fa per dire ) con la presentazione delle diverse fasi di progettazione multimediale ( offline e online ) che non possono ignorare la cura agli aspetti formali del testo, delle immagini e del suono, in modo che questi diventino strumenti di una sinfonia ( prodotto multimediale ).
Lavoro consigliato a chi lavora con gli studenti. Quindi insegnanti ed educatori che intendono contribuire alla definizione di una Pedagogia 2.0.