Dispositivi “aperti” under 12. Il parere della Polizia

ridotta insicurezza

La situazione

Da diverso tempo mi soffermo sulla superficialità dei genitori, quando decidono di consegnare ai propri figli dispositivi “aperti” al Web e dintorni (smartphone, tablet…), ponendoli in una situazione di ridotta insicurezza.
In questo contesto si evidenzia la frattura intergenerazionale, la scarsa consapevolezza dei genitori sulle potenzialità dei diversi dispositivi che li porta a porre scarsa attenzione sul versante della protezione. Quest’ultima dovuta anche all’analfabetismo informatico degli adulti, definiti immigrati digitali.

L’intervista

Tutto questo e molto altro è illustrato da questa intervista  che senza troppi giri di parole propone ai genitori di non consentire l’uso dei device “aperti” ai propri figli con età inferiore ai dodici anni.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Cyberbullismo, Esperienze, Formazione, Informatica, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.